">
THUMBNAIL NAME VERSION AS OF ASSIGNED TO SIZE MB NOTE
AERITALIA F-104 S 3.6 25/11/2012 102ND VIRTUAL FIGHTER SQUADRON

NORTH AMERICAN TEXAN T6 3.0 10/04/2012 605TH LIASON UNIT 28
OV-10 1.0 29/03/2010 VAAFSE SPECIAL OPS USABLE BY SAETTA'S 8
ALIANTE BLANIK 1.0 17/07/2010 ALIANTE DEL CCV DI RIETI 5
TODO LIST FS 9 STANDARD VAAFSE
Ecco la todo list per avere FS9 aggiornato allo stanfard VAAFSE:

PREMESSA:
=========
Una parte determinante la gioca l'hardware ovviamente, senza pretendere i mostri di potenza odierni direi che almeno ci vuole:
- 1 dual core intorno ai 2 ghz con 2 gb di RAM
- 1 scheda grafica di ultima generazione, diciamo una nvidia della serie da 8600 in su, con almeno 512 Mb di RAM
- 1 buon schermo
- indispensabile una buona dose di pazienza, il tuning di FS9 sulla propria macchina è importante e vuole del tempo dedicato.

VCE (VAAFSE COMMON ENVIRONMENT)
----------------------------------------------------------
E' un ambiente standard per tutti i membri di VAAFSE, è composto da una notevole mole di software che va da quello per il multiplayer a quello per gli scenari, ai velivoli e tutto il software di corredo. VCE deve rispondere ad una esigenza semplice e nello stesso tempo complicata: tutti i giocatori devono non solo vedersi e sentirsi tra di loro ma devono vedere le stesse cose allo stesso tempo e nello stesso luogo.
La cosa non è affatto semplice perchè il "rendering" degli scenari è "locale" non è distribuito, in parole più semplici significa che "quello che vedo io lo vedi anche tu se e solo se tu hai lo stesso software che ho io ed è configurato come il mio".
Ad esempio non è suffciente usare lo stesso software per le condizioni meteo è necessario che siano configurati nella stessa maniera altrimenti potrebbero dare risultati diversi. No parliamo poi delle mesh, non è rado che succeda di vedere altri velivoli volare sottoterra segno evidnet che non hanno le mesh giuste.
A tutte queste esigenze VCE tenta di rispondere, ma è una gara dura, la voglia di personalizzare il proprio simulatore con add-ons payware, lazzi e frilli è irresistibile, spesso ci sono problemi di incompatibilità difficili da scoprire ma che derivano da questo.
Fortunatamente in VAAFSE a furia di prendere per il culo questi amanti del software "firmato" a tutti i costi siamo riusciti ad ottenere un decente livello di standardizzazione, rimangono alcune isole di resistenza nell'aera afro-calabrese dove si insiste ad avere add-ons "strani", ma presto scompariranno.

SOFTWARE DA PROCURARSI
======================
SIMULATORE
==========
- MICROSOFT 2004 (aka FS9) versione 9.1 (ovvio), ormai si trova pressocheè dappertutto con e-mule, desiderabile la versione crakkata no CD.

VCE
===
- MESHES del terreno, è questo lo scheletro del vostro ambiente/scenario, va da sè che più precise sono le mesh in termini di altimetria, conformazione, rilievi orografici, migliore sarà l'aspetto del terreno, le mesh di default di FS9 fanno letteralmente schifo, è quindi necessario procurarsi delle mesh decenti. In vaafse ne abbiamo un set molto buono, preciso, a lungo testato e quindi affidabile, la cartella che contiene le meshes la trovate qui sul nostro server ftp:
vaafse.servegame.org/ftp/vce/meshes
- I nomi dei file si spiegano da soli
- Il totale di tutte le meshes è di circa un 1 Gb, ovviamente non avrete bisogno di tutto, scaricate solo ciò che vi serve.

L'installazione va fatta scompattando i file zippati nella cartella Addon Scenery di FS9, o meglio in una sottocartella Addon Scenery/Meshes e poi attivate come un normale scenario aggiuntivo.
Una sola nota importante, le meshes vanno poste nella lista dei scenari al posto più in basso possibile immediatamente sopra "oggetti dell'elica" senza peraltro un preciso ordine fra di loro. Il motivo ? Semplice, FS9 carica gli oggetti degli scenari partendo dal basso, non dall'alto e le meshes dovrebbero essere le prime ad essere caricate.

- ULTIMATE TERRAIN EUROPE
UTE è forse il software più importante per quanto riguarda gli scenari, UTE sistema la geografia fisica di tutta l'Europa mettendo al loro posto giusto e con estrema precisione fiumi, laghi, coste, strade, ponti, etc.. fino ad un livello di dettaglio perfino esagerato. Senza UTE non sarebbe possibile volare in VFR con la precisione che noi richiediamo.
Ecco i file da scaricare dal nostro server ftp:
- UTE-FS2004.zip 1.50 Gb
- UTE-FS2004-patches.zip 14 Mb
- UTE-FS2004-EurCity.zip 1 Mb
Per chi volesse c'è poi il porting di UTE su FSX:
- UTEPortingToFSX.zip
Come vedete si tratta di più di un giga e mezzo di software, poichè si tratta di payware col piffero che metto qui il link alla cartella, mandatemi una mail e ve lo manderò con la preghiera che rimanga riservato; monitorizzo il server ftp ci metto un microsecondo a capire che l'utilizzo di banda è esagerato ed a chiudere le cartelle.
Sul forum di volovirtuale.com cè un post fatto molto bene ch spiega come installare e configurare UTE:
www.volovirtuale.com/forum/ultimate-terrain-europe/

- GROUND ENVIRONMENT
Questa è in sintesi la coperta che va sopra le mesh, ovvero le texture dei terreni, montagne, valli, colline, città, giorno, notte,etc.. Notoriamente le texture di FS9 fanno vomitare, GE invece rende il terreno realistico con texture azzeccate
Ecco i file da scaricare ed applicare nell'ordine:
- GE-FS2004.rar
- GE-FS2004-Update-v108.exe
Per il link vale quanto detto per UTE.
- ACTIVE SKY 6
Le condizioni meteo sono evifdentemente una componente ambientale importante ed è necessario che siano condivise. Active Sky si comporta molto bene al riguardo ma occorre che tutti abbiano gli stessi settaggi, basta un intervallo diverso di aggiornamento delle condizioni meteo ed i risultati possono essere molto diversi, VAAFSE usa un setting comune che si è dimostrato valido.
Ecco i file da scaricare ed applicare nell'ordine:
- AS-FS2004.zip 34 mb
- AS-FS2004-Update.zip 7 mb
- AS-FS2004-ServiceUpdate1.zip 7 mb
- activeskysettings.pdf sett di VAAFSE per Active Sky

- FSUIPC
Modulo importantissimo di interfaccia con il simulatore che viene utilizzato da molti programmi, in primis dal nostro principale software per il multiplayer: IBNet. L'ho inserito qui subito dopo il software per le condizioni meteo perchè FSUIPC nella versione completa permette di settare anche l'ambiente meteorologico usando la funzione di "smooth" che fornisce un passaggio graduale da condimeteo diverse e rende l'ambiente molto più realistico, ad esempio sfumando la visbilità all'orizzonte, cosa che Active Sky non riesce a fare.
I file da scaricare sono:
- fsuipc.dll
- FSUIPC.ini
- FSUIPC.key
- FSUIPC.log
tutti questi file vanno messi nella cartella Modules del simulatore, una volta installati lanciate il simulatore ed andate al menù Modules==> FSUIPC
Registrate il modulo FSUIPC con le info contenute in FSUIPC.key e poi usate le tab "Visibility" e "Clouds", ogni parametro da settare si spiega molto bene da solo, poichè i parametri possono essere modificati con il simulatore in funzione è facile vederne i risultati.
Questi settings di FSUIPC non fanno parte dello standard VAAFSE poichè si tratta di settaggi locali, ma comunque migliorano alquanto il realismo grafico dell'ambiente, ad esempio l'orizzonte geografico viene sfumato come nella realtà a causa della diffrazione atmosferica e non una linea netta come la rappresenta FS9.

- IBNET PLAYER
Si tratta del software che noi utilizziamo normalmente per il multiplayer, questo software è "genio e sregolatezza" come il suo autore al quale la comunità di FS dovrebbe fare un monumento. Geniale nella concezione e sregolato nella realizzazione, capriccioso e bizzoso ma insuperabile, nessun altro software vi permette il volo multiplayer con la precisione e la fluidità che IBNet vi fornisce a tuttora nessuno ne ha fatto uno migliore. Sfortunatamente è un progetto morto, il suo autore lo ha abbandonato, fortunatamento l' amico Pietro, autore di IBnet, ci ha fornito tutto il codice sorgente sia del player (client) sia del server e quindi abbiamo potuto metetre in piedi un servizio IBnet più che buono in VAAFSE.
File da scaricare sono in questa cartella:
vaafse.servegame.org/ftp/vce/ibnet

- IBnet ed il router
Chi ha la linea adsl attaccata ad un router avrà sentito parlare di "apertura delle porte, port forwarding, etc", se non sa di cosa si tratti è ora che lo impari. Tenteremo di dare qui una spiegazione il più possibile semplice della cosa.

Il router ha alcune particolarità, ad esempio internet lo vede come un "device" a sè stante, infatti funziona anche se i PC ad esso collegati sono spenti. Il router è il vostro "cancello", la porta di ingresso per Internet, infatti viene chiamato proprio "Gateway". Inoltre potete vederlo come un deviatore di flusso dei segnali in entrata ed in uscita, è un deviatore che ha un solo ingresso e molte uscite, l'ingresso unico proviene dalla linea internet, l'uscita è verso i PC ad esso collegati.
Le connessioni dirette fra un pc ed un altro pc nella rete si chiamano connessioni P2P (peer-to-peer o punto-punto) ed hanno la particolarità di stabilire una connessione fra i PC facendo passare i segnali attraverso delle porte dei due PC connessi. Le porte sono sui PC, fate attenzione non sul router. I segnali arrivano accompagnati dalla porta di destinazione ed è quindi necessario informare il router su quale PC ad esso collegato c'è la porta di destinazione altrimenti il router nel dubbio fermerà i segnali su se stesso. L'operazione che informa il router su quale PC esista una certa porta in ascolto si chiama "port forwarding" e viene fatta agendo sull'interfaccia del router.
Ora IBnet è un programma che usa un server, quindi non stabilisce in un primo momento una connessione diretta; ma quando due client sono così vicini da richiedere una connessione diretta, il server tenta di stabilire una connessione P2P fra di loroa usando le porte 2003 e 2004 con il protocollo UDP.
Quindi se noi non abbiamo informato il router a quale PC deve mandare i segnali per le porte 2003 e 2004 avremo la sgradita sorpesa che nonostante siamo connessi in IBnet tutti ci vedranno ma noi non vedremo nessuno, questo perchè i nostri segnali in uscita vengono naturalmente fatti passare mentre quelli in entrata vengono bloccati perchè il router non sa a quale PC mandarli.
Dobbiamo quindi "aprire" le porte 2003 e 2004 sul router, purtroppo le procedure non sono standard perchè ogni router è diverso e spesso le procedure cambiano, dovremo armarci di pazienza e con il modello del nostro router cercare su internet come effettuare il "port forwarding". Di sicuro quale sia il router l'operazione coinvolge sempre:
il numero della porta: 2003 e 2004 nel nostro caso
l'indirizzo del PC sul quale inviare i segnali: 192.168.1.xyz
il protocollo: nel nostro caso UDP (alcuni router non ne tengono conto)
Inoltre cè un errore subdolo che si innesca quando assegnamo l'IP del nostro PC, l'errore deriva dal fatto conoscendo poco le reti di computer tendiamo a settare tutto in "automatico" (che tradotto in informatichese vorrebbe dire "fai tu perchè io non ci capisco una cippa di c...o)" e quindi lasciamo che l'assegnazione dell' IP al nostro PC quando parte sia fatta in automatico, il che vuol dire che il router non gli assegna sempre lo stesso IP ma quello che liberamente sceglie, spesso è lo stesso ma spesso no, con il risultato di annullare l'effetto del "port forwarding" che avevamo fatto prima di spegnere il PC e che alla riaccensione non va più. Quindi ricordate che sul PC che ha IBnet dovete avere assegnato un IP statico, cioè sempre lo stesso, scelto da voi e non dal router.
Comunque questa è una cosa che di solito genera tali casini che è meglio venga fatta sotto la guida di un esperto, al 102 ce ne sono parecchi, interpellateli, i prezzi sono modici, io ad esempio mi accontento di una buona bottiglia di "cartizze"

- VPAR
E' il software che VAAFSE utilizza per il controllo tattico e per il GCA, composto da due parti:
VPAR_X: è il client che funziona da transponder, è un classico programma "launch and forget", lo lanciate subito dopo il simulatore, mettete l' IP del server e ve lo dimenticate, d'ora in avanti sarete visibili al controllo tattico, il transponder pernette fino a 3 connessioni diverse con server diversi.
VPAR_Q, è la parte server, il radar vero e proprio utilizzato dagli EAGLE's di VAAFSE per il controllo tattico, intercettazioni e GCA
I file da scaricare sono qui:
vaafse.servegame.org/ftp/vpar
in particolare il file vpar.zip che va scompattato dove vi pare.
NOTA:
Il server VPAR è un software vecchiotto ma fatto molto bene che funziona alla grande, non ha mai dato segni di alcun problema. Ha il grande pregio di essere un radar realistico che ti fa vedere le tracce tenendo conto dell' orizzonte geografico, non come i soliti software di ATC che ti fanno vedere un traffico in rullaggio a 400 NM di distanza e che sarebbero inutili come controllo tattico.
- OPENVPN
Open VPN come di consueto è fatto in due parti, un server ed un client, lo scopo è quello di creare una VPN (Virtual Private Network) ovvero una rete comune a VAAFSE, tutti i clients che entrano in questa rete sono di fatto inseriti all'interno del VCE di VAAFSE. Il software si basa sui certificati, senza di quelli non è possibile entrare nella VPN.
Anche il 102esimo ha il suo server, che tra l'altro funziona anche come riserva di VAAFSE, i membri del 102 possono usufruirne scaricando da qui:
www.ftp.102virtual.org/vpn/openvpn_102.zip
sia il software OpenVpn che i certificati di accesso.
NOTA:
Il server IBNet del 102 funziona solo in VPN, per collegarsi al server IBNet del 102 occorre prima entrare in VPN e poi usare l' IP del server IBnet del 102 il cui indirizzo è 10.8.0.1

- TEAMSPEAK
Software che utilizziamo per le comunicazioni, lo trovate in rete:
www.teamspeak.com
VAAFSE ha il suo server TeamSpeak, ed anche il 102esimo, l'indirizzo del server TS del 102 è 102virtual.servegame.org, la pwd è "luce", nel fare la connessione raccomandiamo di lasciare il campo "login name" vuoto altrimenti il server non vi accetterà.

- VELIVOLI 605ESIMA SQUADRIGLIA

- Nort American Rockwell - OV10 "Bronco"
www.ftp.102virtual.org/aircrafts/OV10-v.1.2.exe
Famosissimo velivolo usato dagli aiborne FAC in Vietnam, i piloti della squadriglia li usano correntemente e devono anche imparare a decollare atterrare dalla portaerei NIMITZ ancorata al largo di pesaro
- Republic F84F ThunderStreak
www.ftp.102virtual.org/aircrafts/GettiTonanti-2.5.exe
Per ragioni storiche usiamo questo signore dell'aria, anche perchè i Getti Tonanti virtuali (www.gettitonanti.org) lo usano ed è inserito nella distribuzione. I piloti della squadriglia lo usano di routine
- AERMACCHI MB326
www.mariomotta.it/ftp/hangar102/real/102VSQN_MB326.zip
www.mariomotta.it/ftp/hangar102/r...N_MB326_TOW_REAL.zip
Rispettivamente la versione per la 605esima squadriglia e la versione traino (TOW) che usiamo al poligono aria/aria di DecimoMannu. I file vanno scompattati direttamente nella cartella Aircrafts di FS9.
- TEXAN T6
www.mariomotta.it/ftp/hangar102/real/res...SQN_T6_Texan_605.zip
Famosissimo velivolo da addestramento prima e da collegamento poi, nessun pilota di quegli anni può dirsi tale se non ha almeno provato a pilotarlo con successo.
Il file vanno scompattati direttamente nella cartella Aircrafts di FS9.
- BELL 47G
http:/www.mariomotta.it/ftp/aircraft/Bell47G.zip
Famoso elicottero anche lui da collegamenti
- ALIANTE BLANIK
Un divertente modello che usiamo in estate quando l'attività del gruppo è ufficialmente chiusa e qualcuno ha ancora voglia di divertirsi. Rimandiamo alla sezione Planning->Operazioni speciali ulteriori notizie.
- P166 "Piaggione"
url]http:/www.mariomotta.it/ftp/aircraft/P166_605.zip[/url]
Storico bimotore ad elica per il trasporto, usato moltissimo.

- VELIVOLI DEL 102ESIMO
Non cè bisogno di menzionarlo, lo trovate nella versione base "clean" su il sito di SourceForge, accessibile attraverso il nostro sito,
Le versioni armate sono esclusive dei piloti del gruppo e numerate da 01 a 20 al momento, ciò non toglie che qualcuno di voi, in via privata le possa utilizzare.

- MTL (Multiplayer Trafic Libraries)
Meritano un discorso a parte anche se non interessano da subito, ma potrebbero diventare interessanti per coloro che faranno parte del gruppo o della 605esima squadriglia.
Giocare in multiplayer è a nostro avviso l'unco modo interessante e non noioso di usare FS9, ma ha uu grande svantaggio: l'utilizzo delle risorse che aumenta in maniera geometrica con il numero dei giocatori in gioco.
Se non si utilizzano tecniche e software ad hoc il numero massimo di giocatori ammissibile senza eccessive penalizzazioni in termini di PFS (frame per second) anche con hardware potente non supera le dita di una mano. Al di sotto dei 20 FPS il gioco diventa lento, perde fluidità ed alla fine è ingiocabile.
Grazie all'intuizione geniale di un membro di vaafse siamo in grado invece di fare sessioni multiplayer con venti giocatori senza ececssive penalità. L'intuizione è quella di usare come fa IVAO le MTL, ovvero librerie di velivoli che simulano quelli veri ma che sono modelli leggeri che non richiedono molte risorse.
VAAFSE ha una completa libreria di tutte le MTL dei velivoli usati dai suoi membri, così ogni membro ha tutte le MTL dei velivoli degli altri tranne del proprio velivolo che è invece completo.
Le MTL non sono ovviamente volabili, a parte alcune eccezioni, ma in generale che le ha non le usa per volarci ma solo per renderizzare i velivoli degli altri.
Grazie alle MTL VAAFSE può fare esercitazioni complesse con un alto numero di giocatori senza penalizzazioni, non ci risultano, allo stato, altre organizzazioni in grado di farlo, a parte i vari SOC di IVAO che lo possono fare ma con una qualità grafica ed un realismo pietoso a quanto ne sappiamo. Provate voi a fare formazione con Ivap ( il client di IVAO) e vedrete che è impossibile stare in coppia con un leader che zompetta nel cielo con lag di varie centinaia di metri, il nostro IBnet in formazioni di 6-10 velivoli rimane fluido ed apprezza scostamenti di pochi centimetri.

Ho finito questa sintetica todo list, spero possa essere utile per avere tutti un FS9 più che decente e che allo stato è ancora di gran lunga il migliore e più completo simulatore a nostra disposizione, altri di meglio non ce ne sono, ne FSX ne X-Plane.
Sono ovviamente a disposizione per dare tutte le delucidazioni del caso.
Image

CARTA/STATUTO

DEL CENTODUESIMO GRUPPO CBOS VIRTUALE



ARTICOLO PRIMO
Il 102esimo Gruppo CBOS Virtuale è un'associazione libera a carattere culturale e senza scopo di lucro che si costituisce con l'intento di simulare l'attività operativa di volo del 102esimo Gruppo CBOS dell'Aeronautica Militare Italiana negli anni della sua permanenza sulla base di Rimini quando questo aveva in dotazione il velivolo F-104 G ed S; il periodo considerato va dagli inizi degli anni 70' alla fine degli anni '80. Lo scopo è quello di contribuire a conservare il ricordo di quel periodo e di conseguenza a mantenere vive e riconosciute le tradizioni del 102esimo Gruppo CBOS reale.

ARTICOLO SECONDO
Per raggiungere l'obiettivo prefissato è stato scelto il volo simulato o "virtuale" effettuato utilizzando il software Flight Simulator 2004 della ditta Microsoft ® ed il software del modello F104-G della ditta Cloud-9 senza preclusione alcuna su futuri possibili software diversi.

ARTICOLO TERZO
Per raggiungere l'intento prefissato si ritiene necessario che i piloti militari virtuali del 102esimo Gruppo CBOS Virtuale siano in grado di simulare l'attività operativa nella maniera il più possibile vicina alla realtà di quel periodo; ciò impone un grado di addestramento al volo simulato ben al di sopra degli standard medi rilevati nei gruppi militari organizzati presenti attualmente in Italia nel campo della simulazione di volo con il software FS-2004. Per questo motivo il 102esimo Gruppo CBOS Virtuale nasce come "gruppo a carattere storico" e rinuncia ad ogni attività di tipo didattico relativa alla teoria ed alla pratica del volo simulato basico; i piloti militari virtuali arruolati nel 102esimo Gruppo CBOS Virtuale devono possedere "a priori" una buona conoscenza del volo simulato e la padronanza delle procedure connesse, ivi comprese la simulazione del volo nelle reti di computers e la modalità di gioco "multiplayer", devono inoltre possedere una discreta conoscenza della teoria del volo, della fraseologia aeronautica e delle comunicazioni T/B/T sia in italiano che in inglese. Ciò che i piloti virtuali possono acquisire durante l'iter addestrativo al 102esimo Gruppo CBOS Virtuale è la prontezza operativa virtuale (virtual combat readiness) intesa come "la capacità di portare a termine in maniera simulata a mezzo del volo virtuale la missione operativa assegnata al 102esimo Gruppo CBOS reale nel periodo considerato con il maggior realismo possibile". I piloti militari virtuali che non hanno o che non hanno ancora acquisito le caratteristiche di cui sopra possono essere impiegati nella 605esima Squadriglia Collegamenti Virtuale; il 102esimo Gruppo CBOS Virtuale è aperto anche a tutti coloro che intendono sostenerlo con la propria opera od anche con la sola partecipazione senza per questo effettuare alcuna attività di volo simulato, in questo caso costoro sono considerati "soci simpatizzanti" a differenza dei "soci piloti".

ARTICOLO QUARTO
L'appartenenza ad altri gruppi virtuali militari o civili organizzati non è considerato  un impedimento all'appartenenza al 102esimo Gruppo CBOS Virtuale.
L'appartenenza invece al 102esimo Gruppo CBOS Virtuale in qualità di pilota è invece subordinata alla maggiore età.
 
ARTICOLO QUINTO
Il 102esimo Gruppo CBOS Virtuale ha una "casa virtuale" rappresentata dal sito web all' indirizzo http://www.102virtual.org  ed al quale i soci del gruppo virtuale possono fare riferimento. Il sito deve essere esente da contenuti pornografici o che incitino alla violenza, al razzismo, alla discriminazione di ogni tipo e libero da contenuti di carattere politico o sociale in contrasto con le finalità esclusivamente culturali dell'associazione. Agli appartenenti al 102esimo Gruppo CBOS Virtuale viene riconosciuto il diritto di avere un accreditamento gratuito sul sito e l'accesso senza restrizioni ai contenuti del sito stesso ferma restando l'accettazione integrale della presente carta/statuto.

ARTICOLO SESTO
Gli stemmi del 102esimo Gruppo CBOS Virtuale e della 605esima Squadriglia Collegamenti Virtuale riportati in alto sono ricavati da quelli reali ed opportunamente modificati con l'aggiunta della scritta "VIRTUAL" per evitare ogni possibile confusione. Per onorare la storia del 102esimo Gruppo ed il 5° Stormo a cui il Gruppo apparteneva nel periodo considerato, gli stemmi della Diana Cacciatrice ed il simbolo del Grillo con la scritta "Valzer !" possono essere utilizzati sulle livree dei velivoli assegnati al 102esimo Gruppo CBOS Virtuale ed alla 605esima Squadriglia Collegamenti Virtuale.

ARTICOLO SETTIMO
La "base madre" del 102esimo Gruppo CBOS Virtuale è l'aeroporto virtuale  di Rimini-Miramare, codice ICAO LIPR e per il quale è stato preparato uno scenario che è fedele a quello reale nel periodo considerato. L'aeroporto virtuale alternato principale è quello di Grosseto, codice ICAO LIRS, quello secondario Istrana, codice ICAO LIPS, in emergenza è possibile utilizzare l'aeroporto virtuale dell'allora 8° Stormo a Pisignano di Cervia, codice ICAO LIPC o l'aeroporto virtuale di Ancona/Falconara, codice icao LIPY.


ARTICOLO OTTAVO
Il 102esimo Gruppo CBOS Virtuale intende simulare la sola attività operativa militare tralasciando ogni riferimento di tipo istituzionale con le Autorità Militari, per questo motivo nel 102esimo Gruppo CBOS Virtuale non viene espressamente utilizzata alcuna forma di gerarchia di tipo militare, compreso l'utilizzo anche per gioco dei gradi militari; tutti i componenti hanno pari dignità e pari diritti, solo quattro figure hanno alcune funzioni decisionali che conferiscono loro doveri e prerogative aggiuntive, questi sono:
  • il Comandante di Gruppo
  • il Capo Sezione Operazioni
  • il Capo Sezione Addestramento
  • il Comandante della 605esima Squadriglia Collegamenti Virtuale.
ARTICOLO NONO
Il 102esimo Gruppo CBOS Virtuale considera la simulazione del volo militare un "gioco", una "finzione" che deve essere separata in maniera netta dalla realtà, sono quindi deprecati e potranno essere sanzionati quei comportamenti dei componenti il 102esimo Gruppo CBOS Virtuale che possano essere interpretati come una mistificazione: ad esempio associare il proprio nome o nominativo a gradi, stemmi, insegne, simboli od onorificenze che possano mistificare l'appartenenza alle FF.AA reali, od alla categoria dei piloti militari reali o ad un Gruppo di Volo Militare reale.

ARTICOLO DECIMO
Sono altresì deprecati e saranno sanzionati quei comportamenti che possano indurre alla violenza fisica o morale, al razzismo, alla discriminazione politica, religiosa, sessuale, sociale, alla pornografia o siano palesemente in favore della guerra, il 102esimo Gruppo CBOS Virtuale è un'associazione di persone contrarie alla violenza ed alla guerra se non condotta ai soli scopi difensivi.

ARTICOLO UNDICESIMO
Il concetto che la simulazione del volo militare è solo un "gioco" ed una "finzione" si applica anche nei confronti degli altri piloti virtuali appartenenti o meno ad altre associazioni, verso costoro i componenti del 102esimo Gruppo CBOS Virtuale mantengono sempre un comportamento amichevole e cordiale anche durante eventuali competizioni. La collaborazione con altri gruppi organizzati è auspicata ed incoraggiata, fanno eccezione quelle associazioni organizzate di piloti virtuali le cui regole od i cui comportamenti collettivi siano palesemente in contrasto con gli articoli ottavo, nono e decimo della presente carta/statuto; con queste associazioni il 102esimo Gruppo CBOS Virtuale non incoraggia alcuna collaborazione ferme restando le regole di cortesia nei confronti dei loro componenti.


ARTICOLO DODICESIMO
Tutto il materiale eventualmente prodotto per conto e nome del 102esimo Gruppo CBOS Virtuale: pianificazioni, mappe, documenti tecnici, video e quant'altro utilizzato per l'attività del 102esimo Gruppo CBOS Virtuale è considerato "libero", pertanto ne viene garantito il permesso di copiare, distribuire e/o modificare il contenuto seguendo i termini della GNU Free Documentation License, Versione 1.1 o ogni versione successiva pubblicata dalla Free Software Foundation


DISPOSIZIONI TEMPORANEE
L'articolo sesto è suscettibile di variazioni a seguito delle risposte dell' Ufficio Relazioni con il Pubblico dello Stato Maggiore Aeronautica al quale sono state rivolte le domande per l' autorizzazione all' utilizzo da parte del 102° Gruppo Virtuale dell'araldica del 102° Gruppo e del 5° Stormo.

Sito del 102esimo Gruppo CBOS Virtuale, addì 31 Ottobre 2006
VISTO ED APPROVATO


 

Andrea Arlotti
Andrea Candon
Filippo Berti
Gabriele Casadei
Gianfranco Crudeli
Leandro Evangelista
Corrado Fermariello
Flavio Fiducioso
Giovanni Paolo Fratini
Dario Gianani
Massimo Gualtieri
Giorgio Licitra
Marcellino Piergiulio
Giovanni Miduri
Mario Motta
Gabriele Parise
Davide Pizzo
Roberto Puleo
Filippo Rondini
Guido Rossi
Giorgio Zara

 

Image
Image Image
Image
CHI SIAMO ?
  • Siamo un gruppo di appassionati del volo e dell' Aeronautica Militare Italiana che hanno conosciuto, apprezzato ed in qualche caso amato il vero 102° Gruppo CBOS, uno dei più prestigiosi Gruppi di volo dell' A.M.I, quando questo era schierato sull'Aeroporto di Rimini. Qualcuno di noi ne  ha veramente fatto parte, altri ne hanno solo sentito parlare, ma tutti abbiamo voglia di non far dimenticare le tradizioni di quel gruppo.
  • Infine siamo anche dei "flight simmers", ovvero coloro che si divertono a giocare in Rete volando con i simulatori di volo; se ne volete sapere di più leggete qui sotto...


Come dicevamo siamo persone di varia estrazione ma che hanno in comune sia la passione per il volo simulato sia l'ammirazione per quel meraviglioso gruppo. Lo scopo principale che ci prefiggiamo è quello di divertirci con il volo simulato facendo anche un percorso storico ed ambientale che ci riporti con la memoria ai favolosi anni 1970-1980, periodo storico contrassegnato da un indimenticabile velivolo: l' F-104 Starfighter.


Agli associati il sito fornisce i seguenti servizi:

  • Utilizzo del sito del 102° Gruppo Virtuale con tutti i servizi associati, download dei files, forum, etc..
  • Possibilità di volare in rete con gli altri piloti "simmers" del 102° Virtuale al massimo grado di realismo possibile simulando le condizioni operative del vero 102° nel periodo che va dal 1970 al 1985, gran parte del periodo "Riminese" del  Gruppo.
  • Un corso di addestramento alla combat readiness sul velivolo F-104 così come lo seguivano i piloti del 102° in quel periodo.
  • Possibilità di utilizzare il software ed il materiale da noi predisposto a tal scopo, velivoli, scenari, COME FAR PARTE DEL 102ESIMOmissioni addestrative, documentazione tecnica ed operativa e quant'altro necessario per godersi a pieno il volo simulato con l' F-104.

Image
 Ma il volo simulato non è l'unica attività che abbiamo in programma, pensiamo anche ad altro...., incontri, discussioni, serate a tema e perchè no visite di interesse aeronautico.Se siete interessati alla nostra attività e ci state facendo un pensierino allora leggete il testo relativo a "Come far parte del 102° Gruppo Virtuale"

 

COME FAR PARTE DEL 102ESIMO GRUPPO VIRTUALE

  • LA RICHIESTA DI ENTRARE AL 102ESIMO GRUPPO SIA COME SIMPATIZZANTE SIA COME PILOTA E L'EVENTUALE E SUCCESSIVA APPARTENENZA AL 102ESIMO GRUPPO COMPORTANO LA CONOSCENZA, L'ADESIONE E LA SOTTOSCRIZIONE DELLA CARTA STATUTO, QUINDI PRIMA DI DECIDERE CONSULTATELA QUI
  • Per poter far parte del 102esimo Gruppo CBOS Virtuale come semplici simpatizzanti è sufficiente la registrazione sul sito, ricordate di mettere una breve presentazione con le vostre motivazioni.
  • La questione è più complessa qualora vogliate far parte del 102° Gruppo Virtuale in qualità di Sim-Piloti. Il 102esimo Gruppo Virtuale non è una scuola di volo simulato ma un gruppo a carattere 'storico', per il momento possiamo accettare solo simmers già sufficientemente esperti da non aver bisogno di addestramento al volo basico.  Premesso che in genere accettiamo non più di 3 o 4 nuovi sim-piloti l'anno e qualora tu pensi di avere le caretteristiche necessarie la via migliore è quella di contattare lo staff del 102esimo virtuale all'indirizzo di mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
  • Ultimamente il 102esimo Virtuale è entrato a far parte di una organizzazione internazionale chiamata VAAFSE (Virtual Allied Airforce Southern Europe), per questo motivo viene richiesto ai nuovi sim-piloti anche una discreta conoscenza della lingua inglese.